Pagina principale
Europa
Asia
Australia & Oceania
Africa
America del Nord
America centrale
America Meridionale
Edit Trip

Atlante del mondo: Serbia

Atlante del mondo: Serbia. In questa pagina puoi vedere la mappa, la bandiera del paese e molte informazioni dettagliate su persone, storia ed economia di Serbia.


Informazioni su Serbia

Qui puoi trovare informazioni selezionate online su geografia, abitanti, governo, economia e storia di Serbia. Sono incluse le statistiche selezionate, una mappa panoramica e la mappa dettagliata di Serbia. (Alcuni testi in questa pagina sono tradotti automaticamente, quindi la traduzione potrebbe essere inaccurata. Stiamo lavorando a una traduzione migliore in questo momento.) Ma iniziamo con la bandiera del paese di Serbia qui:

Serbia - Panoramica:

Cosa dovresti sapere su Serbia? Iniziamo con questo: Il regno di serbi, croati e sloveni si formò nel 1918; il suo nome fu cambiato in Jugoslavia nel 1929. I partigiani comunisti resistettero all'occupazione e alla divisione dell'Asse della Jugoslavia dal 1941 al 1945 e combatterono anche oppositori e collaboratori nazionalisti. Il movimento militare e politico guidato da Josip Broz "TITO" (Partigiani) prese il pieno controllo della Jugoslavia quando i loro rivali e gli occupanti furono sconfitti nel 1945. Sebbene i comunisti, TITO ei suoi successori (Tito morì nel 1980) riuscirono a governare da soli percorso tra le nazioni del Patto di Varsavia e l'Occidente per i prossimi quattro decenni e mezzo. Nel 1989, Slobodan Milosevic divenne presidente della Repubblica di Serbia e le sue richieste ultranazionaliste per il dominio serbo portarono alla violenta rottura della Jugoslavia lungo linee etniche. Nel 1991, Croazia, Slovenia, e la Macedonia dichiarò l'indipendenza, seguita dalla Bosnia nel 1992. Le rimanenti repubbliche di Serbia e Montenegro dichiararono una nuova Repubblica Federale di Jugoslavia (RFI) nell'aprile 1992 e sotto la guida di Milosevic, la Serbia guidò varie campagne militari per unire i serbi etnici nelle repubbliche vicine in un "Greater Serbia". Queste azioni alla fine fallirono e, dopo l'intervento internazionale, portarono alla firma degli accordi di pace di Dayton nel 1995. Milosevic mantenne il controllo sulla Serbia e alla fine divenne presidente della FRY nel 1997. Nel 1998, un'insurrezione albanese nella ex provincia autonoma serba del Kosovo ha provocato una campagna di controinsurrezione serba che ha provocato massacri e massicce espulsioni di albanesi che vivono in Kosovo. Il governo di Milosevic ' Il rifiuto di una soluzione internazionale proposta portò all'attentato NATO alla Serbia nella primavera del 1999. Le forze militari e di polizia serbe si ritirarono dal Kosovo nel giugno 1999 e il Consiglio di sicurezza dell'ONU autorizzò un'amministrazione provvisoria dell'ONU e una forza di sicurezza a guida NATO in Kosovo . Le elezioni della FRY alla fine del 2000 hanno portato alla cacciata di Milosevic e all'istituzione di un governo democratico. Nel 2003, la Repubblica federale di Iugoslavia è diventata l'Unione statale di Serbia e Montenegro, una libera federazione delle due repubbliche. La diffusa violenza rivolta prevalentemente ai serbi etnici in Kosovo nel marzo 2004 ha portato a richieste più intense per affrontare lo status del Kosovo, e le Nazioni Unite hanno iniziato a facilitare i colloqui sullo status nel 2006. Nel giugno 2006, il Montenegro si è separato dalla federazione e si è dichiarato una nazione indipendente. Successivamente la Serbia ha comunicato che è stato lo Stato successore dell'unione di Serbia e Montenegro. Nel febbraio 2008, dopo quasi due anni di negoziati inconcludenti, il Kosovo si è dichiarato indipendente dalla Serbia - un'azione che la Serbia rifiuta di riconoscere. Su richiesta della Serbia, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA) nell'ottobre 2008 ha chiesto alla Corte internazionale di giustizia (CIG) un parere consultivo sulla questione se la dichiarazione unilaterale di indipendenza del Kosovo fosse conforme al diritto internazionale. In una sentenza considerata sfavorevole alla Serbia, l'ICJ ha emesso un parere consultivo nel luglio 2010 affermando che il diritto internazionale non proibiva le dichiarazioni di indipendenza. Verso la fine del 2010, la Serbia ha accettato una risoluzione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite che riconosce la decisione della Corte internazionale di giustizia e chiede un nuovo round di colloqui tra Serbia e Kosovo, questa volta su questioni pratiche piuttosto che sullo status del Kosovo. La Serbia e il Kosovo hanno firmato il primo accordo sui principi che regolano la normalizzazione delle relazioni tra i due paesi nell'aprile 2013 e sono in procinto di attuare le sue disposizioni. Nel 2015 la Serbia e il Kosovo hanno raggiunto quattro accordi supplementari nell'ambito del Dialogo di Bruxelles. Questi includevano accordi sulla comunità dei comuni a maggioranza serba; telecomunicazioni; produzione e distribuzione di energia; e libertà di movimento. Il presidente Aleksandar Vucic ha promosso un obiettivo ambizioso per l'adesione della Serbia all'UE entro il 2020. Sotto la sua guida come primo ministro, nel gennaio 2014 la Serbia ha avviato negoziati formali per l'adesione. La Serbia e il Kosovo hanno firmato il primo accordo sui principi che regolano la normalizzazione delle relazioni tra i due paesi nell'aprile 2013 e sono in procinto di attuare le sue disposizioni. Nel 2015 la Serbia e il Kosovo hanno raggiunto quattro accordi supplementari nell'ambito del Dialogo di Bruxelles. Questi includevano accordi sulla comunità dei comuni a maggioranza serba; telecomunicazioni; produzione e distribuzione di energia; e libertà di movimento. Il presidente Aleksandar Vucic ha promosso un obiettivo ambizioso per l'adesione della Serbia all'UE entro il 2020. Sotto la sua guida come primo ministro, nel gennaio 2014 la Serbia ha avviato negoziati formali per l'adesione. La Serbia e il Kosovo hanno firmato il primo accordo sui principi che regolano la normalizzazione delle relazioni tra i due paesi nell'aprile 2013 e sono in procinto di attuare le sue disposizioni. Nel 2015 la Serbia e il Kosovo hanno raggiunto quattro accordi supplementari nell'ambito del Dialogo di Bruxelles. Questi includevano accordi sulla comunità dei comuni a maggioranza serba; telecomunicazioni; produzione e distribuzione di energia; e libertà di movimento. Il presidente Aleksandar Vucic ha promosso un ambizioso obiettivo per l'adesione della Serbia all'UE entro il 2020. Sotto la sua guida come primo ministro, nel gennaio 2014 la Serbia ha avviato negoziati formali per l'adesione. Questi includevano accordi sulla comunità dei comuni a maggioranza serba; telecomunicazioni; produzione e distribuzione di energia; e libertà di movimento. Il presidente Aleksandar Vucic ha promosso un obiettivo ambizioso per l'adesione della Serbia all'UE entro il 2020. Sotto la sua guida come primo ministro, nel gennaio 2014 la Serbia ha avviato negoziati formali per l'adesione. Questi includevano accordi sulla comunità dei comuni a maggioranza serba; telecomunicazioni; produzione e distribuzione di energia; e libertà di movimento. Il presidente Aleksandar Vucic ha promosso un ambizioso obiettivo per l'adesione della Serbia all'UE entro il 2020. Sotto la sua guida come primo ministro, nel gennaio 2014 la Serbia ha avviato negoziati formali per l'adesione.

Geografia di Serbia

In quale parte del mondo si trova Serbia? La posizione di questo paese è Europa sud-orientale, tra Macedonia e Ungheria. L'area totale di Serbia è 77,474 km2, di cui 77,474 km2 è terra. Quindi questo non è un grande paese. Come potremmo descrivere il terreno del paese? In questo modo: estremamente vario; a nord, fertili pianure fertili; ad est, gamme di calcare e bacini; a sud-est, antiche montagne e colline. Il punto più basso di Serbia è Danubio e Timok Fiumi 35 m, il punto più alto Midzor 2.169 m. E il clima è al nord, clima continentale (inverni freddi ed estati calde e umide con precipitazioni ben distribuite); in altre parti, il clima continentale e mediterraneo (inverni relativamente freddi con abbondanti nevicate e estati calde e secche e autunni).


Abitanti di Serbia

Diamo un'occhiata a quante persone vivono in Serbia. Il numero è: 7,111,024. Quindi questa non è una grande popolazione. Chi abita qui? serbi 83,3%, ungheresi 3,5%, romani 2,1%, bosniaci 2%, altro 5,7%, non dichiarati o sconosciuti 3,4% (stima 2011). Quali sono le lingue in Serbia? serbo (ufficiale) 88,1%, ungherese 3,4%, bosniaco 1,9%, romani 1,4%, altro 3,4%, non dichiarato o sconosciuto 1,8%. E le religioni: ortodosso 84,6%, cattolico 5%, musulmano 3,1%, protestante 1%, ateo 1,1%, altro 0,8% (include agnostici, altri cristiani, religiosi orientali, ebrei), non dichiarato o sconosciuto 4,5% (stima del 2011). Quanti anni hanno le persone in media? 42.6 anno. Dobbiamo aggiungere che questo numero è la mediana - quindi metà delle persone è più vecchia di questa, metà è più giovane. E qual è la loro aspettativa di vita (alla nascita)? Questo: 75.7 anno. Dove vivono le persone in Serbia? Qui: una distribuzione abbastanza uniforme in gran parte del paese, con aree urbane che attirano più grandi e più densi popolazioni. Le principali aree urbane di Serbia sono: Belgrado (capitale) 1.182 milioni (2015).

Governo ed economia di Serbia

La città capitale di Serbia è Belgrado (Beograd) e il tipo di governo repubblica parlamentare. Diamo un'occhiata alle divisioni amministrative - 119 comuni (opstino, singolare - opstina) e 26 città (gradovi, singolare - grad). Per quanto riguarda l'economia di Serbia, i prodotti industriali importanti sono automobili, metalli di base, mobili, industria alimentare, macchinari, prodotti chimici, zucchero, pneumatici, abbigliamento, prodotti farmaceutici. Importanti prodotti agricoli sono grano, mais, girasole, barbabietola da zucchero, uva / vino, frutta (lamponi, mele, amarene), verdure (pomodori, peperoni, patate), carne di manzo, maiale e prodotti a base di carne, latte e prodotti caseari. I prodotti di esportazione più importanti sono automobili, ferro e acciaio, gomma, vestiti, grano, frutta e verdura, metalli non ferrosi, apparecchi elettrici, prodotti in metallo, armi e munizioni e i partner di esportazione più importanti sono Italia 14,6%, Germania 13,1%, Bosnia-Erzegovina 8,3%, Romania 5,7%, Russia 5,4% ( 2016). I prodotti di importazione più importanti sono macchinari e attrezzature per il trasporto, carburanti e lubrificanti, manufatti, prodotti chimici, alimenti e animali vivi, materie prime e i partner di importazione più importanti sono Germania 12,9%, Italia 10,4%, Cina 8,4%, Russia 7,9%, Ungheria 4,6%, Polonia 4,4% (2016). Quanto è ricco Serbia e quanto sono ricchi le persone in questo paese? Il numero più importante qui è il PIL pro capite (PPP): $15,200 (2017 stima). Questo è abbastanza buono. Aggiungiamo che questo significa Prodotto Interno Lordo per persona, che viene ricalcolato rispetto al costo relativo di beni e servizi locali. E un altro numero importante - popolazione al di sotto della soglia di povertà: 8.9% (2014 stima).


Mappa di Serbia



E-book gratuito - Atlante del mondo: Vuoi avere le informazioni su tutti i paesi del mondo sempre con te? Scarica il nostro Atlas of world gratuito - e-book now - here - in mobi, epub o pdf.

©2018-2021 iWorldAtlas.com
Editore: Bispiral, s.r.o. | Riguardo a noi | Regole del sito iWorldAtlas.com e tutela della privacy


Tweet